Provincia di Pisa
Portale ufficiale del Turismo della Provincia di Pisa

Volterra e la geotermia in Val di Cecina

Volterra e la ValdicecinaVolterra – gioiello d’arte etrusca, romana, medievale e rinascimentale – e l’intera Val di Cecina meritano senz'altro una visita accurata.


Per lo straordinario patrimonio artistico e culturale della città

Le testimonianze etrusche nel Museo Etrusco Guarnacci, nella Porta all’Arco e nella Porta Diana, nell’Acropoli e nelle Necropoli, l’archeologia romana segna il territorio con i resti del Teatro del I secolo a.C., dove in estate  si svolge un Festival di teatro, musica e poesia, che conserva parte dei sedili, il piano con tre grandi esedre e i resti del porticato coperto, mentre parte della scena fronte è stata modernamente ricostruita.

La città medioevale si sviluppa intorno al nucleo di Piazza dei Priori, su cui si staglia inconfondibile Palazzo dei Priori, con la sua facciata segnata da tre file di bifore e da stemmi dei magistrati fiorentini. Sul magnifico scenario della piazza spiccano anche il Palazzo Pretorio con la Torre del Porcellino, già sede dei Podestà, il Palazzo VescovilePalazzo Incontri, sede della Cassa di Risparmio locale e il Palazzo del Monte Pio, frutto di un accorpamento di torri e strutture duecentesche. Altri esempi di architettura civile medievale, sono le case-torri Buonparenti e Baldinotti e il gruppo chiamato Toscano. Gli edifici religiosi principali si affacciano sulla vicina Piazza San Giovanni: il Battistero, l’Ospedale di Santa Maria e il Duomo in stile romanico, con il suo elegante campanile quattrocentesco.


Per la bellezza mutevole del paesaggio

Dal paesaggio tipico della campagna toscana, con filari di cipressi, oliveti e vigneti, si passa alle colline argillose con i colori mutevoli delle stagioni e qua e là punteggiate da pendici denudate, i calanchi e le biancane, alle vaste aree boscate e gli aspri rilievi che contrastano con valli profondamente incise, fino ad arrivare all’affascinante spettacolo offerto dalle balze volterrane. Tutto il territorio della Val di Cecina è punteggiato di borghi e castelli arroccati sulle colline (Canneto, Monteverdi Marittimo, Castelnuovo Val di Cecina, Montecastelli, Pomarance, Querceto, ecc.).


Larderello, Museo della GeotermiaPer il Museo della Geotermia

A Larderello, nel comune di Pomarance, si trova l'interessantissimo Museo della Geotermia, situato al centro delle cosiddette Terre fumanti della Val di Cecina. Particolarmente impressionante è la Valle del Diavolo, con gli spettacolari fenomeni delle fumarole e con numerose possibilità di viste guidate.

Intorno all'antico borgo di Sasso Pisano sono evidenti i fenomeni geotermici naturali delle putizze e fumarole, che conferiscono al paesaggio un aspetto misterioso e infernale, con vapori che escono dal terreno diffondendo nell’aria un acre odore di zolfo. A Sasso sono presenti anche suggestive postazioni per la pratica dello yoga. A poca distanza, dopo una lunga campagna di scavi, è di nuovo visitabile l’area termale del Bagnone, un complesso ellenistico del III secolo a.C. da cui ancora oggi sgorgano sorgenti d’acqua con temperatura compresa tra i 40 e i 70 gradi.


Per gli altri “musei del lavoro”

Da visitare le tre sedi dell’Ecomuseo dell’alabastro (Castellina Marittima, Santa Luce, Volterra) e il Museo delle miniere a Montecatini Val di Cecina, con gli edifici minerari e il centro di documentazione posto nell'antico palazzo comunale all'interno di un centro storico ancora intatto.